product image
product image thumb
 

DI CASTRI, NGUYEN LE, MARCOTULLI

ZAPPING

Barcode: 8015948300794 / Cat: PMCD014 / 1 CD / Label: PROMO MUSIC

Zapping: un progetto musicale che muove contro la ristrettezza culturale, i preconcetti, le divisioni di genere e le rigide concezioni dei puristi per inaugurare un’esperienza compositiva e interpretativa che riscopre il gusto delle incursioni estreme e degli scarti improvvisi, in omaggio a due geni della contemporaneità: Frank Zappa e Thelonious Monk. Furio di Castri, con questa inedita formazione, si dedica alla costruzione personale e viscerale di un mondo musicale in cui la trasgressione e l’ironia di Zappa incontrano la scrittura rigida e senza compromessi di Thelonius Monk, dando origine a un universo sonoro assolutamente originale, che getta un ponte inatteso e sorprendente tra tracce disperse e separate della nostra memoria



Tutto nasce dall’idea perversa di mettere insieme la musica di Thelonious Monk con la fantasia e il genio orchestrale di Frank Zappa. Era una fissazione che covavo da anni, fin da quando, poco più che quindicenne, li avevo sentiti in concerto in Italia tra il ‘69 e il ‘72. Non volevo fare un disco di cover. Più che altro pensavo che dall’incontro di questi due grandi guru avrei potuto costruire un vero e proprio “zapping” attraverso tutta la musica del novecento e ritrovare le tracce di quello che ho ascoltato e amato fin da ragazzo. Così mi sono chiesto: che cosa avrebbe potuto fare uno come Frank Zappa se avesse dovuto lavorare su Thelonious Monk? Che attrezzi avrebbe usato? Sono partito con un vero e proprio gioco di ruoli e ho provato a immedesimarmi nel Ringo Star di “200 Motels”: usare molte pozioni magiche e lavorare solo di notte. Il risultato è principalmente una operazione di CUT & PASTE: citazioni e frammenti di Monk al centro e, tutto intorno, il soul, il rock, il jazz, ll samba, il world, il jungle, il drum and bass, i samples, l’America di Bush e l’Italia in bianco e nero del neo realismo. In tutte le composizioni ho voluto mettere un segno di Monk, anche solo una traccia o un’idea. In alcuni casi la sua presenza è netta, in altri è molto sfumata. Diciamo che compare qua e là in tutto il disco, un po’ come Forrest Gump.

Furio Di Castri



Altri prodotti