product image
product image thumb
 

MOZDZER LESZEK

KOMEDA

Barcode: 0614427951625 / Cat: ACT 9516-2 / 1 CD / Label: ACT

Per molti anni il jazz e la musica classica hanno seguito un percorso di arricchimento reciproco, con da un lato artisti come Bartók, Stokowski e Horowitz, e dall’altro con Art Tatum, George Gershwin e Benny Goodman. Questo rapporto si è incrinato a seguito della seconda guerra mondiale e nonostante i diversi tentativi - come la nascita del movimento “Third Stream” alla fine degli anni Cinquanta - sono trascorsi molti anni prima che fosse ricostruito il connubio tra questi due universi musicali. Se il jazz oggi viene considerato la “seconda musica classica” è anche grazie ad artisti come il pianista polacco Leszek Mozdzer. Artista di formazione classica, Mozdzer è nato nel 1971 e il suo primo incontro con il jazz è avvenuto all’età di 18 anni. Ben presto il pianista è diventato una star in Polonia, dove ha suonato con i musicisti jazz più importanti del paese tra cui Tomasz Stanko e Michal Urbaniak. Dal 1994 ad oggi è stato eletto, praticamente ogni anno, miglior pianista del paese dalla rivista polacca Jazzforum. Mozdzer inoltre si è conquistato una fama internazionale grazie anche alla collaborazione con il bassista svedese Lars Danielsson con cui ha registrato gli album "Pasodoble" (ACT 9458) e "Tarantella" (ACT 9477). Mozder è inoltre molto apprezzato dalle icone del jazz americano come Pat Metheny, Lester Bowie e Archie Shepp, ed è considerato come la più importante scoperta del jazz giovanile polacco oltre che uno dei pianisti più eccezionali nella scena internazionale. Tutto questo non solo per il suo stile che abbatte il confine tra musica classica e jazz. Mozdzer è anche il grande romantico tra i pianisti jazz europei, anche grazie al fatto di aver costruito la sua fama sulle improvvisazioni su temi di Frédéric Chopin. Egli dimostra anche di essere un improvvisatore eccezionale, che presta particolare attenzione al cromatismo, all'armonia e in particolare all’ "abbellimento" della musica. Leszek Mozdzer sfrutta oggi il suo debutto da solista per l’etichetta ACT per rendere omaggio al secondo grande eroe nazionale della musica polacca (dopo Chopin): Krzysztof Komeda. Pianista jazz e compositore di colonne sonore morto nel 1969 all'età di soli 38 anni, Komeda scrisse tra l’altro le colonne sonore per quasi tutti i film di Roman Polanski. «Komeda è uno dei miei idoli» dice Mozdzer. «Ricordo ancora la prima volta che ho sentito la sua musica, è stato incredibile, si sentiva una grande profondità e saggezza. Nel corso del tempo ho poi scoperto di più sulla sua vita e sulla sua dedizione immensa per la musica». Sebbene l’album comprenda esclusivamente composizioni di Komeda, Mozdzer sottolinea che ha avuto molta libertà nell’interpretazione, grazie al modo di comporre dell’artista. «Komeda lascia molta libertà all’improvvisatore. Se si osservano i suoi brani è evidente che Komeda considera l’interprete un partner. Ha fiducia in lui e lo si può vedere nelle composizioni». Leszek Mozdzer ha sempre posto molta attenzione sul modo di approcciarsi alla musica e in questo disco ha creato una serie di piccoli capolavori che vanno ben al di là di qualsiasi catalogazione, proponendo una progetto affascinante per gli appassionati di jazz così come per gli amanti della musica classica.



  • Tracklist
    • 1. Svantetic - 03:31
    • 2. Sleep Safe and Warm - 06:21
    • 3. Ballad for Bernt - 04:12
    • 4. The Law and The Fist - 10:52
    • 5. Nighttime, Daytime Requiem - 13:36
    • 6. Cherry - 03:52
    • 7. Crazy Girl - 05:48
    • 8. Moja ballada - 02:53

Altri prodotti

LP