product image
product image thumb
 

CLARKE, STANLEY

THE STANLEY CLARKE BAND

Barcode: 0053361316129 / Cat: HUCD3161 / 1 CD / Label: HEADS UP

Con questo suo nuovo lavoro intitolato “The Stanley Clarke Band” (Heads Up), l’icona del basso Stanley Clarke sembra voler ritornare a quella miscela di innovazione e sperimentazione che ha caratterizzato le sue prime produzioni. Supportato da una ricca schiera di straordinari musicisti, Clarke ci regala un’ennesima prova delle sue doti di solista, ma anche di compositore, arrangiatore e band leader. «Tecnicamente è un album di Stanley Clarke, ma è allo stesso tempo un album fortemente incentrato sulla band» afferma lo stesso Clarke «Posso essere il leader, ma tutti hanno avuto una parte importante nel risultato finale. Se un progetto come questo può essere paragonato ad una nave, io sono quello governa la nave e mantiene la rotta, ma tutti hanno svolto un ruolo importante per raggiungere la nostra destinazione […] Tutti hanno contribuito con la propria musica e le proprie idee. Gli stili dei singoli brani possono essere diversi, ma il filo conduttore che attraversa tutto il disco è la nostra unione su ogni brano». L’album vede Clarke accompagnato dal tastierista Ruslan Sirota e dal batterista Ronald Bruner Jr., giovani ed innovativi musicisti come la pianista Hiromi Uehara, ancora una volta al suo fianco dopo l’acclamato “Jazz in the Garden” del 2009 (Heads Up - HUCD 3155). Anche se Hiromi è generalmente considerata un’artista solista, la vediamo adattarsi senza fatica al lavoro di gruppo, mostrando innate capacità di ascolto e interplay. Lo stesso si può dire del pianista, compositore e arrangiatore di origine ucraina Ruslan Sirota che ha già girato il mondo con alcuni dei più grandi nomi della musica classica e del pop. Ronald Bruner, Jr. è poi un musicista altrettanto straordinario. Figlio d’arte, la sua prima fonte d’ispirazione è stato proprio il padre Ronald Bruner, Sr., batterista di fama internazionale che ha suonato e registrato con Diana Ross, Temptations e Gladys Knight. Tra gli ospiti che si aggiungono alla band di base troviamo la vocalist Cheryl Bentyne (membro di vecchia data dei Manhattan Transfer), i chitarristi Carlo Altura, Rob Bacon, e Armand Sabal-Lecco, il sassofonista Bob Sheppard, il bassista Lorenzo "Larry" Dunn (Earth, Wind & Fire), il tastierista Felton Pilato, i cornisti Andrew Lippman e John Papenbrook, i batteristi Chris Clarke e Jon Hakakian. Al di là delle qualità dei singoli musicisti coinvolti, l'aspetto più interessante di “The Stanley Clarke Band” è l’organicità della band e la capacità di Stanley Clarke di continuare a stupire con sempre nuove stimolanti invenzioni. Come spiega lui stesso: «Questo è l'ultimo album elettrico che farò almeno per un po’. Con questa pubblicazione sto fornendo un sacco di materiale e di compiti a casa per una nuova generazione di bassisti. Ho lavorato duramente per dare al basso una voce distintiva, e mi emoziona la sua evoluzione».

Altri prodotti