PAROLA CANZONE
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
CONTU ROBERTO

PAROLA CANZONE


Roberto Contu, 31 anni, cantautore, insegnante di lettere. Fin dai tempi del liceo, Roberto Contu comincia a suonare in formazioni orientate verso la musica d’autore. I suoi modelli di allora erano Fabrizio De Andrè e Francesco Guccini. A diciotto anni inizia l’attività da solista che lo porterà alla realizzazione di varie produzioni. In quel periodo cominciano ad arrivare anche riconoscimenti nazionali. Tantissimi i concerti e le serate nei locali con il suo gruppo storico, la Franceschini band. Nel 2002 Roberto Contu presenta “La bella Umanità”, una raccolta delle canzoni migliori degli ultimi cinque anni. Nel 2005 registra il primo album “Canzoni di vita”,, che si pone come sintesi di tutte le esperienze musicali precedenti e anche come svolta decisiva verso la fase artistica attuale. Nel 2007 è tra i finalisti del Premio nazionale Canzone d’autore Lucio Battisti a Poggio Bustone. Oltre all’attività di musicista, Roberto Contu insegna lettere al Liceo Scientifico ed è esperto nella letteratura medievale (Dante, Iacopone da Todi) e contemporanea (Calvino, Fenoglio, Pavese). È anche autore di una raccolta poetica: “Del verso illuso”, Libroitaliano, (Ragusa, 1996). “Parola Canzone” è un lavoro a cavallo tra il cantautorato tradizionale e il “tentativo” di rinnovare questo genere, sperimentando su strade nuove il significato letterario poetico della parola cantata. Certamente innovativa e provocatoria la scelta dei temi cantati, resi sempre accessibili e mai autoreferenziali, in nome di una fede ferrea dell’autore verso la comunicazione allargata e popolare, propria della canzone. Al testo cantato si affianca l’accompagnamento di un trio jazz (pianoforte, contrabbasso e batteria), sempre aperto ad ospitare musicisti di prim’ordine. Gli arrangiamenti sono curati da Daniele Mencarelli.





 
       
 
 
         
copre