CAPO VERDE TERRA D'AMORE VOL 7
 
THE ROUGH GUIDE TO THE WEST AFRICA
 
 
 
 
 
MAGIC MOMENTS 10
 
JAZZONIA: LITTLE BOY DON T GET SCARED
 
 
 
 
 
THE JUBILEE CONCERTS
 
THE ROUGH GUIDE TO BOLLYWOOD: THE PSYCHEDELIC YEARS [LP]
 
 
 
 
 
THE ROUGH GUIDE TO JUG BAND BLUES
 
MONTEVERDI IN THE SPIRIT OF JAZZ
 
 
 
 
 
MUSICULTURA 2017
 
SIMPLY BEETHOVEN
 
 
 
 
 
AA.VV.

IS LAUNEDDAS - LA MUSICA DEI SARDI


Le launeddas è uno strumento a tre calami provvisti di ancia semplice, è suonato con la tecnica del fiato continuo e si trova solo in Sardegna dove ha una storia ininterrotta di 3.000 anni. L’antropologo danese Andreas Fridolin Weis Bentzon le sentì suonare per la prima volta nel 1953 a soli 17 anni. Da allora concentrò tutte le sue energie nello studio di questo strumento e della cultura tradizionale sarda. Nel 1962 si fece prestare una cinepresa a trazione a molla senza connessione con il registratore (un Majak, anch’esso a molla) e fece una serie di riprese che mostrano, sia nel quotidiano sia nella loro musica, il mondo dei suonatori di launeddas. A causa della sua improvvisa e prematura scomparsa, l’esistenza di questi filmati rimase sconosciuta fino al 1981 quando Dante Olianas li trovò nell’Archivio Danese del Folklore. Dopo aver riconosciuto luoghi, persone e brani suonati, l’Associazione Iscandula decise di invitare Fiorenzo Serra a comporre i materiali in un film che rispettasse la scientificità del lavoro di Bentzon e allo stesso tempo rendesse il film fruibile da un vasto pubblico.

Il risultato finale è un commovente documentario di 38 minuti che è stato premiato come miglior film scientifico dall’I.A.M.S. (International Association for Media in Science) e riconosciuto dal critico Gianni Olla in Sardegna nello schermo, 1995, come “… uno dei più importanti materiali cinematografici mai girati in Sardegna”.






 
       
 
 
         
copre