LUAR
 
MARI PINTAU
 
 
 
 
 
ISOLE (ISLANDS)
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
FERRA BEBO

LUAR


"Luce della Luna": questo è il significato del termine brasiliano Luar, che sta a indicare come questa nuova avventura del chitarrista Bebo Ferra sia ispirata alle atmosfere della musica sudamericana, alle melodie suadenti e nostalgiche di quella che viene considerata la musica popolare più conosciuta del mondo. Questo nuovo progetto viene concepito come un viaggio in cui vengono raggiunti posti e porti immaginari, dalle coste del Nord Africa a quelle del Brasile e dell'Argentina. Il tutto, cercando di mantenere intatta la natura di una ricerca musicale che si basa sull'intrerplay e la creazione di un sound originale. Avviato all'attività professionale sin dai primi anni ottanta, il chitarrista cagliaritano Bebo Ferra ha suonato con i migliori jazzisti italiani, da Paolo Fresu a Pietro Tonolo, da Enrico Pieranunzi a Franco D'Andrea, da Enrico Rava ad Antonello Salis etc…Significative sono anche le collaborazioni con musicisti d’oltreoceano come Paul Mc Candless, Steve Grossman, Billy Cobham, John Stowell, Kenny Wheleer etc.. Ha registrato più di settanta album di cui una quindicina come leader e co-leader. A suo agio sia con lo strumento acustico che con quello elettrico, Ferra sa pizzicare le corde della chitarra sia con delicatezza ma anche quando occorre, con il giusto vigore. Nel suo stile il linguaggio del jazz si combina amorevolmente con squisiti aromi mediterranei. Bebo Ferra in Luar (progetto che uscirà ufficialmente il 29 settembre dall’EGEA, in occasione della presentazione ufficiale che si terrà al Bluenote di Milano) si avvale della presenza della pianista Rita Marcotulli ,del violoncellista Marco Decimo, del contrabbassista Raffaello Pareti .









 
       
 
 
         
copre